Da uno dei numerosi documenti dell’Archivio Storico Diocesano di Spoleto, si ricava che la “Villa Cantalupi” fosse dotata di un Monte Frumentario e di ben quattro chiese: Beata Vergine dei Sette Dolori, Sant’Angelo (San Michele Arcangelo), San Biagio e San Giovanni, con l’aggiunta della chiesa dell’Annunciazione in località Montarone. La chiesa della Beata Vergine dei Sette Dolori diventa nel corso del tempo l’odierna chiesa di Santa Maria Addolorata, mentre nel Novecento scompaiono progressivamente i resti della chiesa di San Biagio.

Segatori, GRANDE DIZIONARIO DI BEVAGNA, Vol 11 – pp : 8-9